HOME

FIL DI VENTO è il nome della mia barca, un Passatore dei cantieri Sartini di Cervia, interamente in legno, ed è anche il sito che parla delle mie passioni…… e degli hobby. Mi chiamo Gianni e sono fondamentalmente uno skipper e un cantante Jazz. Il mare e la musica hanno sempre viaggiato insieme nella mia vita. Ho realizzato questo sito per unificare all’interno di una sola piattaforma molte cose che conosco e so fare, in questo modo clienti, utenti e amici vi possono entrare, conoscere e attingere. Un unico sito che concentra e velocizza tutte le operazioni di conoscenza e selezione, anche per eventuali richieste future specifiche o professionali. Penso inoltre che oggi sia importante più che mai non essere geloso di ciò che sai fare, e donarlo ad altri genera uno scambio culturale che si protrae nel tempo e alle generazioni future, creando cultura e arte. Gradualmente potrai consultare articoli sempre più approfonditi scritti da me e dagli iscritti al sito, che a Maggio 2017 risultano essere più di 6.500. Un grosso lavoro alle spalle per fare diventare questo sito un punto di raccolta degli hobby e delle passioni che ho avuto negli anni, da consultare in maniera totalmente gratuita e sostenuta solamente da donazioni. Si parlerà molto di barca a vela e di mare ma si tratteranno altri argomenti come il jazz, la natura, l’energia alternativa, il coaching, arricchendo così il sito giorno dopo giorno di nuovi contenuti, utili nella vita pratica quotidiana o come spunto per successivi approfondimenti personalizzati, come i miei convegni e corsi sull’energia fotovoltaica ed eolica, le mie serate o eventi Jazz, i concerti nei teatri, o partecipare a viaggi in barca a vela che organizzo per insegnare a veleggiare o per il puro piacere del mare. 

(leggi altri dettagli nella MISSION DEL SITO)….  Buona Visione

 

 

La barca a vela:

Si sente spesso dire “chi non ha la barca non può capire……. ”   Io ho sempre capito cosa volesse dire, anche se la mia prima barca l’ho avuta a 45 anni. Non serve possedere qualcosa per capirne il valore,  conta più la passione. In molti viaggi mi sono scoperto più appassionato dell’armatore stesso, e in molti libri mi sono visto protagonista del  giro del mondo degli altri. ”  Non avresti mai dovuto farmi fare questo viaggio”  dissi ad un amico che aveva un “Grand Soleil”.  Decisi che volevo una barca. Dopo anni mi fu citata la stessa frase su ” fil di vento”. “Non avresti mai dovuto farmi salire a bordo …” e in effetti molti sono saliti a bordo, molti hanno sorriso e a molti è piaciuto, molti hanno fatto miglia e miglia con me, molti ancora ci hanno cenato, dormito, molti sono tornati e molti non sono più tornati, molti avranno ricordi e molti li cancelleranno, molti mi hanno visto partire e molti sono venuti con me ………… ma pochi, troppo pochi hanno capito.

Una delle affermazioni più stupide e insidiose fu quella citata da uno scienziato riferendosi alla tecnologia, “Renderà più veloce realizzare le cose e l’uomo avrà più tempo per se stesso”. Causò invece un problema più grave perchè l’uomo usò il tempo avanzato per fare altro lavoro. Quindi la tecnologia servì a raddoppiare o triplicare la fatica nello stesso lasso di tempo. Questo condizionò ogni pensiero, anche nelle passioni, anche in mare, ecco perchè oggi molti dicono “voglio un motoscafo veloce per arrivare prima, un motore potente per raggiungere la meta, uno scafo planante per sprecare meno tempo nel viaggio verso l’isola”. Andate, andate, continuate la vostra corsa. Vi raggiungo domani, lentamente, con la mia barca a vela…………

Gianni